Le avversarie

Fidelis, all'andata la prima sconfitta stagionale.

Beffa finale per i ragazzi di Loseto.

Mirco Grillo
30.01.2018 11:00

Foto La Sicilia

Dopo tre pareggi consecutivi, ottenuti contro Juve Stabia, Casertana e Cosenza, arrivò la prima sconfitta contro il quotatissimo Catania al Massimino. La Fidelis, giocò a viso aperto creando parecchi grattacapi agli etnei. Minicucci ci provò più volte ma Pisseri, rispose presente. Maurantonio, come suo solito, compì parecchi interventi decisivi e, in particolare, nel primo tempo fu strepitoso su un tiro a giro di Russotto. Nella ripesa, Minicucci fallì una ghiotta occasione: il suo tiro, a pochi passi dalla porta, fu deviato da Aya e terminò contro la traversa. La Fidelis non mostrò paura anzi, fu lei a tenere in mano il match. Scaringella si divorò un gol a tu per tu con Pisseri sparando alto sulla traversa. Il Catania reagì con un tiro - cross insidiosissimo di Di Grazia. Nei minuti finali arrivò, puntuale come sempre, la beffa per gli azzurri. Sugli sviluppi di un calcio di punizione l'arbitro assegnò un calcio di rigore per via di un presunto fallo di Croce sull'etneo Ripa. Penalty che Lodi trasformò senza alcun problema.

Fidelis, la ripresa in vista del Catania è fissata per oggi pomeriggio: da valutare due pedine
Oggi seduta pomeridiana al Degli Ulivi: mercoledì piscina per Quinto