Primo Piano

Fidelis, arrivano altri 2 punti di penalizzazione e un'ammenda

La decisione è stata presa per via di inadempienze CoViSoc relative alle scadenze di ottobre.

Redazione
08.02.2018 12:50

Il Tribunale Federale Nazionale, presieduto da Giuseppe Rotondo, ha inflitto 2 punti di penalizzazione e 500 euro di ammenda alla Fidelis Andria a seguito di violazioni CO.VI.SO.C.. Ha disposto, inoltre, 3 mesi e 15 giorni di inibizione nei confronti di Sebastiano Acquaviva, all’epoca dei fatti Amministratore Unico e legale rappresentante del club azzurro. La decisione, in particolare, è stata presa a seguito del deferimento del 9 gennaio 2018, cosi come si legge dal comunicato ufficiale della FIGC, "per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver corrisposto, entro il termine del 16 ottobre 2017, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori, dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.so.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati". La società, dunque, ha risposto, come previsto, a titolo di responsabilità diretta. Influente nella decisione anche l'aggravante della recidiva, tenuto conto, sempre da quanto si apprende dal comunicato dalla nota della Federazione, delle "precedenti sanzioni irrogate per analoghe causali (CU n. 28/TFN del 27/11/2017)" (fatti risalenti ai problemi riscontrati in sede di iscrizione, ndr).

La Fidelis Andria, dunque, scende di un gradino in classifica dal quartultimo posto. Attualmente sono 20 i punti del team, gli stessi della Paganese. Sono 3 le lunghezza di distacco dalla zona salvezza, come anche i punti totali di penalizzazione ricevuti in questa annata sportiva.

Florigel Andria, pari e tante emozioni contro il Just Mola
La Fidelis contribuirà al mese Missionario Salesiano: questa sera tre calciatori...