Altre società e Calcio a 5

La Nuova Andria vince: contro il Santum Nicandrum finisce 2-0

Primi tre punti per il club.

Redazione
03.10.2017 18:00

Foto Ufficio Stampa Nuova Andria

Una vittoria “scaccia pensieri” quella ottenuta dalla Nuova Andria nella seconda giornata del campionato di Prima Categoria, Girone A, contro la formazione del Santum Nicandrum. Al Centro Sportivo “Fidelis” la partita termina con il risultato di 2-0 e permette ai ragazzi di Cosimo Sinisi di poter respirare dopo un avvio stagionale segnato dalle sconfitte della prima giornata a Molfetta e da quella rimediata nel derby di Coppa Puglia contro la Virtus Andria.

Mister Sinisi sceglie il 4-4-2 con alcune novità importanti di formazione: in porta Zingaro, linea difensiva composta da Cifaratti a destra, Grillo a sinistra, centrali capitan Pasculli e Di Palma Antonio, all’esordio stagionale; a centrocampo Caporale e Loconte, sulle fasce Quacquarelli e Civita; in attacco il duo inedito Fiore e Tesse, anche quest’ultimo all’esordio stagionale

La prima occasione pericolosa è targata Santum Nicandrum, all’8’ Totaro lascia partire un tiro da fuori area disinnescato da Zingaro che mette in angolo. Al 10’ ancora gli ospiti in avanti, dopo un errore di Pasculli che mette i foggiani a tu per tu con Zingaro che, però, è abile a deviare il pallone quel tanto che basta. La difesa libera in affanno. Al 14’ arriva la risposta della Nuova Andria: Quacquarelli dopo un scambio rapido sulla sinistra, si accentra in area e tenta un tiro, messo in angolo dall’estremo difensore Di Bari. Al 26’ ci riprovano gli ospiti con Ciullo che trova una conclusione a botta sicura in area, ma la palla termina di poco alla sinistra di Zingaro. La partita è combattuta e particolarmente nervosa: in 37 minuti di gioco sono già quattro le ammonizioni, tre per il Santum Nicandrum ed una per la Nuova Andria. Al 40’ l’episodio che sblocca la partita. Calcio di punizione poco fuori area sulla destra. Si incarica della battuta Di Palma A. che di sinistro mette la palla sotto la traversa. Portiere battuto e 1-0 per la formazione di casa. Un minuto dopo gli ospiti reagiscono subito, ma Zingaro esce bene sull’ultimo attacco e induce gli avversari all’errore. Il primo tempo termina 1-0.

Ad inizio ripresa Elia Gravinese, allenatore ospite, viene espulso dall’arbitro per proteste. I primi 20 minuti del secondo tempo sono contrassegnati da diversi cambi per entrambe le formazioni e scene di nervosismo. A farne le spese è Grillo, ammonito, insieme a Quacquarelli nel primo tempo. Al 67’ azione pericolosa del Santum Nicandrum: un colpo di testa che termina non molto distante dalla porta di Zingaro. Gli ospiti ci credono e al 71’ ci riprovano con la difesa della Nuova Andria che non allontana un pallone in mischia, palla conquistata da un attaccante della formazione foggiana che sfiora di poco il palo alla sinistra di Zingaro. Al 73’ risponde Zinni con una conclusione pericolosa ma calibrata male. E’ solo il preludio al raddoppio: al 75’ ancora Zinni colpisce la traversa, la palla arriva sui piedi di Fiore che segna la rete del 2-0. Gli ospiti tentano l’assalto finale, ma l’unica vera occasione arriva al 93’: cross in area, ci provano di testa i foggiani, ma Zingaro para l’ultimo pallone. Fischio finale, 2-0 e primi tre punti per la Nuova Andria.

"Una partita combattuta - ha commentato mister Cosimo Sinisi - non eravamo gli stessi di domenica scorsa. La condizione atletica non è ancora al top, ma la squadra sta crescendo, oggi lo abbiamo visto. Partita sbloccata da una punizione dopo che ne avevamo ottenute almeno altre quattro, ma mal sfruttate. Fondamentale andare in vantaggio prima dell’intervallo. Bene Andrea che ha saputo essere al posto giusto al momento giusto dopo la traversa di Zinni".

"Emozionato per il gol - ha detto Di Palma A.quella punizione l’avevamo già provata in allenamento, e fortunatamente è andata come speravo. E’ stata una partita molto dura, ma credo che il risultato sia meritato. Questo ci dona morale dopo la brutta sconfitta di domenica scorsa». Prossimo appuntamento domenica 8 ottobre in trasferta contro lo Stornarella capolista.

Fidelis e la sorpresa Scaringella: "Giocare qui è magnifico. Con il Monopoli dispiace per il risultato"
La Virtus Andria cade ad Apricena per 2-1