Lattanzio riabbraccia la Fidelis Andria e il professionismo

Il calciatore, andriese purosangue, ha indossato già per 3 volte la casacca azzurra.
 di Nicola Massaro Twitter:   articolo letto 779 volte
Foto di Gianluca Albore / TF
Foto di Gianluca Albore / TF

Dopo 2 stagioni vincenti Riccardo Lattanzio è tornato in patria. L’attaccante 28enne, andriese purosangue, si è legato nuovamente alla Fidelis Andria. Come risaputo è stato tra i protagonisti principali dell'approdo in Lega Pro del club azzurro nella stagione 2014/2015: 24 le presenze, condite da 14 reti. Successivamente a tale esperienza è rimasto in Serie D ed ha sposato per pochi mesi il progetto del Nardò, salvo poi essere ceduto al Venezia, team con il quale ha acquisito un’altra promozione nei professionisti: in tale annata è sceso in campo in totale 27 volte ed ha siglato 16 goal. Nel 2016/2017, invece, è approdato per la 2ᵃ volta al Bisceglie, ancora una volta nel massimo campionato dilettantistico, ottenendo il 3° salto di categoria consecutivo in Lega Pro (ora Serie C): 35 le apparizioni con la casacca dei neroazzurrostellati e ben 17 le marcature.

Lattanzio ad inizio carriera ha totalizzato 2 presenze con la casacca dell’Andria, in Serie C1, nel 2004/2005. Dall'estate 2005 al 2007 ha militato nelle giovanili della Fiorentina. Nel 2007/2008 è sceso in Serie D ed ha vestito la casacca della Nocerina, poi è approdato nuovamente in terra federiciana nell’ormai defunta Serie C2. In tale categoria ha avuto anche esperienze con la Vigor Lamezia per due annate consecutive precedute da un’altra tra i dilettanti, con il Martina Franca e, infine, l’Aprilia. In Serie D, invece, ha indossato, tra le altre, la maglia del Campobasso.

Lattanzio con questo trasferimento alla Fidelis Andria ha ritrovato, dunque, il professionismo dopo 4 stagioni: un passaggio che il calciatore avrebbe effettutato in ogni caso, visto che il Bisceglie era pronto a rinnovargli il contratto e considerando le attenzioni di altri club di categoria. La scelta, alla fine, è ricaduta proprio sulla squadra della sua Città natia.