Digital marketing, l’evoluzione dei consulenti SEO

291
digital marketing

Il digital marketing è l’insieme di tutte quelle attività di marketing che, utilizzando il web, mirano a sviluppare la propria rete commerciale, analizzare le tendenze del mercato e prevederne l’andamento oltre che creare offerte per il proprio target di clienti. Nell’ambito del digital marketing, rientrano le attività legate alla SEO (la Search Engine Optimization), cioè tutte quelle che mirano a migliorare la visibilità sui motori di ricerca. Di queste attività si occupano i consulenti SEO: in effetti, proprio questa è una nuova professione che sta sempre più prendendo piede anche in Italia.

Chi è il consulente SEO

Un consulente SEO è un professionista che fornisce aiuto alle aziende per ottimizzare e indicizzare i contenuti web che vengono pubblicati online: in pratica, aiuta le aziende a farsi trovare più facilmente sul motore di ricerca Google.

Il posizionamento sui motori di ricerca rappresenta, infatti, per l’azienda un modo per raggiungere un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti. Il lavoro di un consulente SEO parte dall’elaborare una vera e propria strategia sulla base degli obiettivi che l’azienda vuole raggiungere.

L’analisi mira anche a studiare i concorrenti e le keywords (cioè le parole chiave) più importanti per raggiungere i risultati sperati. In definita, il consulente SEO mette in atto tutte le attività che possano comportare per l’azienda (in particolare, per il sito web di questa azienda) un maggior numero di visite da parte di potenziali clienti e, quindi, di essere più facilmente trovata da chi cerca informazioni inerenti al suo target. Infatti, più visibilità equivale a maggiori vendite e quindi più guadagni.

Cosa fa un consulente SEO

Un consulente SEO svolge diverse attività:

  • l’ottimizzazione on-site cioè l’ottimizzazione del sito web al fine di correggere eventuali errori e di evitare le penalizzazioni da parte dei motori di ricerca. Infatti, un sito Internet deve essere facilmente comprensibile ai motori di ricerca e, per renderlo tale, è molto consigliato rivolgersi ad un consulente;
  • l’ottimizzazione off-site, questa attività serve per migliorare il posizionamento organico del sito web dell’azienda attraverso delle strategie di link building;
  • studio delle keywords, cioè lo studio delle parole chiave che è fondamentale per l’ottimizzazione del sito web e, quindi, per raggiungere nuovo pubblico (potenziali nuovi clienti);
  • analisi della concorrenza, al fine di evidenziare quali siano le loro strategie e di cercarne nuove per migliorare la propria visibilità online;
  • sito web responsive, cioè un sito web che sia compatibile anche con cellulari e smartphone. Infatti, al giorno d’oggi, la navigazione su Internet non viene fatta solo da PC ma anche attraverso altri dispositivi e un consulente SEO può proprio aiutare a raggiungere il pubblico che utilizza questi dispositivi. In particolare, un sito web responsive è un sito che viene ridimensionato nella struttura e nel contenuto per essere fruibile nel miglior modo possibile anche, appunto, tramite smartphone e tablet.

Un consulente SEO professionista informa costantemente l’azienda committente della consulenza, dell’andamento del sito web, del traffico e del posizionamento su Google, magari inviando dei report sul sito web per capire quali possano essere le strategie da mettere in atto, le eventuali migliorie o le modifiche.