Antifurto casa con fili: le caratteristiche a confronto con quelli senza fili

382
antifurto casa con fili

Con l’avanzare della tecnologia e con le moderne innovazioni in diversi settori, esistono molte soluzioni che permettono anche di proteggere al meglio la nostra abitazione da eventuali furti e da intrusioni da parte di terze persone non autorizzate. Il settore degli antifurto per casa è davvero in espansione e negli ultimi anni abbiamo assistito all’arrivo in commercio di molti prodotti innovativi dal punto di vista tecnologico. Sensori, rilevatori e tanti altri strumenti sono utili per aumentare il grado di protezione e di sicurezza del nostro immobile. Ma una domanda che in tanti spesso si fanno, nel momento in cui vogliono procedere all’installazione di un sistema di allarme in casa, è quella che riguarda la tipologia di impianto. Meglio un antifurto casa con fili oppure uno senza fili?

Le caratteristiche di un antifurto casa con fili

La caratteristica principale di un antifurto casa con fili consiste proprio nel fatto che si tratta di impianti che si contraddistinguono per la presenza di cavi, che consentono il funzionamento del sistema di allarme, con una connessione tra le varie componenti che caratterizzano il kit di allarme.

Una delle differenze principali tra un antifurto con fili e uno senza fili è quella relativa al fatto che un allarme wireless, per attuare una comunicazione tra le parti del sistema, utilizza la rete telefonica o Wi-Fi.

Un allarme con fili è costituito dalla centrale di allarme, da una sirena, ma anche da alcuni sensori o rilevatori di movimento. Può essere presente anche una telecamera di videosorveglianza. Tutte queste parti sono connesse tra di esse con dei fili.

Il sistema antifurto cablato è quindi un prodotto tradizionale, che si rivela sicuro e può essere utilizzato da coloro che in casa non vogliono avere a disposizione un impianto composto da batterie, da onde radio o da sistemi wireless.

È meglio un allarme con fili o un antifurto senza fili?

È difficile rispondere con certezza a questa domanda, perché tutto dipende dalle necessità di coloro che vogliono installare l’antifurto in casa. Sicuramente un antifurto senza fili ha dei vantaggi che devono essere considerati. Un sistema senza fili non necessita di opere murarie per essere installato, a differenza di quanto spesso potrebbe avvenire nel caso degli antifurti cablati.

Un sistema wireless riceve un’alimentazione con le batterie. I sensori di movimento e gli altri dispositivi mettono in atto una comunicazione con la centralina attraverso le onde radio o la connessione ad internet. Con un impianto wireless si può contare su un certo risparmio di tempo e denaro.

Perché scegliere prodotti di qualità

In ogni caso, qualunque sia la scelta, è importante optare per dei prodotti di qualità in questo settore, come quelli proposti da Sicurezza.pro. Questa azienda mette a disposizione dei kit completi, che includono dei sensori, delle centraline, i telecomandi, oltre a sirene e a vari altri accessori.

È importante fare sempre attenzione alla possibilità di personalizzare il sistema con delle configurazioni che possano corrispondere alle esigenze dell’utente. È possibile, con le varie soluzioni proposte, comporre un impianto da zero oppure partire da un kit di base personalizzando la configurazione del sistema.

Pensiamo per esempio al kit SuperOKKIO, un impianto di allarme completo con sensori wireless e accessori di vario tipo pronto all’uso. Il kit antifurto include sensori con doppia frequenza e può essere installato seguendo una procedura semplice e veloce. Può essere utilizzato in case, ma anche in appartamenti, in negozi e uffici, anche se sono distribuiti su più piani. Si tratta di kit di allarme che sono dotati di una grande espandibilità, perché non ci sono limiti al numero di sensori che è possibile aggiungere, per usufruire di una grande personalizzazione.