Come vestirsi ad un matrimonio

473
come vestirsi ad un matrimonio
Kats Weil / Unsplash

Sei invitato ad un matrimonio e non c’è un dress code particolare da rispettare? Questo non significa che puoi vestirti come vuoi, ma allora come vestirsi ad un matrimonio? Ci sono delle regole da rispettare. La prima e più importante di tutte è che gli invitati non devono mai oscurare gli sposi né mancar loro di rispetto!

Ho visto ospiti di matrimoni combinati in modi davvero poco educati nei confronti di chi li aveva invitati: camicia e pantaloncini da mare, giacca e ciabattine infradito. Il matrimonio è una cosa seria, finché si tratta di uno scherzo ci può anche stare, ma l’abbigliamento per tutta la giornata va scelto con cura.

So bene che i matrimoni non sono tutti uguali, ce ne sono di molto formali, di mediamente formali e anche di totalmente informali dove sono gli sposi stessi a chiedere ai loro invitati di vestirsi come desiderano. I consigli che sto per darti riguardano un matrimonio classico: come vestirti e non sentirti fuori posto se il tenore generale del ricevimento è raffinato ed elegante?

Partiamo quindi dalle regole di base definite dal Galateo per un corretto e decoroso abbigliamento maschile:

l’Abito: l’abito ideale per ogni invitato uomo ad un matrimonio è un semplicissimo completo, mai spezzato, grigio scuro o blu scuro. No al nero, anche se molti lo interpretano come sinonimo di eleganza perché non è adatto ad una cerimonia, ma no anche a colori sgargianti e vivaci che potrebbero distogliere l’attenzione dagli sposi. Sobrietà è una parola con la quale non si sbaglia mai!

– la Camicia: preferibilmente bianca, accettabile il colore azzurro per i matrimoni più informali.

– la Cravatta: preferibilmente tinta unita o a fantasia piccolissima, evita una cravatta eccentrica e coloratissima che attiri più sguardi di quanti possa attirarne la sposa!

– le Scarpe: so che mi odierai per ciò che sto per dirti, ma ad un matrimonio in teoria non si dovrebbero indossare mocassini di alcun genere. Neanche prendo in considerazione le sneakers, parliamo di abbigliamento da cerimonia… In teoria dovresti indossare esclusivamente scarpe stringate di colore nero. Anche con l’abito blu. E dovresti indossarle con un calzino lungo, sottile e scuro. Come dico sempre, le regole è importante conoscerle, poi ognuno è libero di seguirle o di seguire la propria ispirazione fuori dagli schemi.

– Gilet: per quanto riguarda il gilet il mio consiglio è quello di non indossarlo perché, se lo sposo opterà per un completo semplice 3 pezzi, il rischio è che non abbia altro modo di differenziarsi dagli invitati che quello di indossare il gilet. Quindi dovreste evitarlo, lasciando a lui la possibilità di distinguersi da tutti gli altri grazie a questo dettaglio.

– Il Tight: è un abito da cerimonia diurna, quindi si può indossare solo per i matrimoni che vengono celebrati entro le 16.00. Attenzione però, non potrai assolutamente indossarlo se non lo avrà scelto prima di tutti lo sposo per se stesso, per i due papà e per i testimoni. Quindi informati bene, sapendo comunque che normalmente una scelta di questo tipo viene dichiarata apertamente attraverso uno specifico dress code già sugli inviti.

– Lo smoking: le nuove tendenze in tema di abbigliamento portano tanti ragazzi ad indossare per i matrimoni serali lo smoking. Poiché però in realtà lo smoking non è un abito da cerimonia, questo va detto, sta allo sposo scegliere se indossarlo o no. E gli invitati potranno indossarlo solo ed esclusivamente se lui lo avrà scelto per primo. Qualora quindi tu non abbia modo per chiederglielo, evita lo smoking e opta per un completo classico.

– Occhiali da sole: la regola vale anche per le signore, ma per la mia esperienza è una caratteristica tipica degli uomini. No agli occhiali da sole durante la celebrazione in chiesa e più in generale negli ambienti chiusi. La scusa del voler nascondere la commozione non regge, sappiamo benissimo che in realtà l’esigenza è quella nascondere le occhiaie regalate dalla notte prima del matrimonio! Ma non sognarti neanche lontanamente di metterli in testa o peggio in fronte!!! Esistono delle praticissime custodie fatte apposta.

–  i Testimoni: se avrai l’onore di essere scelto come testimoni, ti invito a chiedere agli sposi se hanno istruzioni precise riguardo al vostro abbigliamento. Per voi testimoni infatti potrebbero pensare di giocare un po’ con i colori del matrimonio, indossando ad esempio una cravatta colorata, o dei calzini colorati… Se lo sposo sceglierà il tight sarete obbligati a seguirlo, mentre se sceglierà lo smoking potrete comunque optare per un classico completo. Infine, se lo sposo indosserà la pochette, ovvero il fazzoletto nel taschino, è bene che lo indossiate anche voi testimoni. In alternativa, se lo sposo sceglierà di avere la boutonnière, cioè il fiore all’occhiello, probabilmente prevederà il fiore anche per i suoi testimoni. In questo caso non ti preoccupare perché sarà certamente un suo omaggio.

Tutto chiaro? Ora sei pronto per essere un invitato con i fiocchi!