Birra nuova alleata contro i tumori secondo una ricerca italiana

182

Per molti uomini bere birra non sarà più solo un piacere ma anche la fonte di molti benefici per l’organismo. Infatti, una ricerca pubblicata dall’Università di Pisa ha rivelato che nella birra è contenuta una molecola che “affama” il cancro, limitandone la diffusione.

Si tratta dello Xantumolo, un flavonoide presente nel luppolo che ha molti benefici per il corpo ed in particolare, blocca la crescita dei vasi sanguigni vicini alle cellule tumorali impedendo al cancro di alimentarsi.

Ma questo è solo uno dei tanti benefici che si traggono dal bere birra (ovviamente con moderazione)! Infatti:

  • rende la pelle più bella: nella birra sono contenute delle vitamine che aiutano la pelle a rigenerarsi ed essere più morbida;
  • rende le ossa più forti poiché ricca di silicio che aiuta a rafforzare le ossa e a prevenire l’osteoporosi;
  • favorisce l’aumento di colesterolo buono HDL e quindi diminuisce il rischio di attacchi cardiaci dal 25 al 40%;
  • diminuisce il rischio di calcoli renali: l’acqua contenuta nella birra mantiene attivi i reni e il luppolo impedisce la formazione dei calcoli;
  • favorisce la digestione: poiché un bicchiere da 30 cl di birra contiene un grammo di fibre, fondamentali per il transito intestinale;
  • è un ottimo rimedio contro il raffreddore: soprattutto contro i malanni di stagione, provala calda con qualche cucchiaio di miele;
  • migliora la salute del cervello: chi beve birra ha meno predisposizione all’Alzheimer e demenza;
  • è un rimedio contro stress e insonnia: bere un bicchiere di birra prima di andare a dormire evita l’insonnia; due bicchieri riducono invece stress e ansia.