Sauna alleata del cuore: lo allena come l’attività fisica

68
sauna

Andare in una SPA o in un centro benessere è sempre una buona idea per rigenerarsi e per regalarsi un po’ di sano relax: idromassaggio, massaggi, sauna… Ma, da oggi, c’è un motivo in più per continuare ad andarci: una ricerca dell’ Università della Finlandia, pubblicata sulla rivista Biomed Central ha dimostrato, infatti, che la sauna, oltre a donare relax, ha una funzione ancora più importante e benefica per la nostra salute.

La sauna, infatti, è un potente salvacuore e, quindi, farla con una certa regolarità aiuterebbe a mantenere in salute il cuore, scongiurando il pericolo di malattie e mortalità cardiovascolari.

La ricerca è stata condotta per 15 anni su un campione di 1700 persone con un’età media di 63 anni e ha dimostrato che fra, queste persone, solo 2,7 su 1000 sono morte per eventi cardiovascolari in confronto a 10,1 decessi su 1000 fra le persone che non facevano la sauna (o la facevano poche volte).

Sempre secondo la ricerca, fare la sauna equivale ad un vero e proprio esercizio fisico di “cardio fitness” che rafforza il cuore poiché, facendo la sauna, si allargano i vasi sanguigni e quindi diminuisce la pressione sanguina.

Basterebbe stare in sauna 4 volte a settimana per 30 minuti: infatti, Ciro Indolfi, presidente della Società Italiana di Cardiologia (SIC) ha dichiarato che è consigliabile farne almeno 4 (e non una o due) e che anche la durata ha una sua importanza, sostenendo che deve essere di almeno 30 minuti.

Tuttavia, non è consigliabile fare la sauna per pazienti con alto rischio cardiovascolare, ipotensione, ipertensione o epilessia.